Funzionigramma

DIRIGENTE SCOLASTICO

Alessandra Fusaro

dirigentescolastica@ic2castelfranco.it

Il Dirigente Scolastico è il capo d'istituto, ha la responsabilità di guidare la scuola ed è garante del suo buon funzionamento, a norma dell’art. 25 del D. Lgs. 165/2001:

●         assicura la gestione unitaria della scuola;                                  

●         valorizza le risorse umane;                              

●         è responsabile della gestione delle risorse finanziarie e strumentali;

●         è responsabile dei risultati del servizio;                         

●         organizza l’attività scolastica secondo criteri di efficienza e di efficacia;

●         promuove tutti gli interventi necessari per assicurare la qualità dei processi formativi, la collaborazione delle risorse culturali, professionali, sociali ed economiche, l’esercizio della libertà di insegnamento intesa anche come libertà di ricerca metodologica e didattica, l’esercizio della libertà di scelta educativa delle famiglie, l’attuazione del diritto all’apprendimento da parte degli alunni.                                                    

Il Dirigente Scolastico ha il compito di organizzare e controllare la vita scolastica, di coinvolgere gli studenti promuovendo  la  loro partecipazione, attraverso i rappresentanti di classe. Inoltre promuove e favorisce i rapporti tra docenti, genitori ed alunni, tenendo conto dei principi ispiratori del POF.                           

 

 

DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI E AMMINISTRATIVI

 

 

Il Direttore dei servizi generali e amministrativi sovrintende ai servizi amministrativo- contabili e ne cura l'organizzazione. Ha autonomia operativa e responsabilità diretta nella definizione  ed  esecuzione  degli  atti  amministrativo-contabili,  di  ragioneria  e  di economato, anche con rilevanza esterna. Ai sensi e per gli effetti dell'art. 25 bis D. Lgs. 29/93 e successive modificazioni ed integrazioni, il Direttore coadiuva il Dirigente nelle proprie funzioni organizzative e amministrative.     

 

 

COLLABORATORI DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

 

DESCRIZIONE FUNZIONI

Primo Collaboratore

 

●         Adempimenti inerenti al funzionamento generale in caso di assenza del D.S. con delega di firma previo             incarico specifico;

●         generale confronto e relazione con l’utenza e con il personale per ogni questione inerente le attività                 scolastiche;

●         collaborazione nella gestione e nell'organizzazione dell'Istituto;

●         collaborazione nella preparazione degli incontri degli OO.CC. con istruzione degli atti e preparazione                 documentazione utile;

●         segretario del Collegio dei Docenti con relativi incarichi di stesura del Verbale e cura della                               documentazione relativa ad ogni seduta;

●         rappresentanza dell'Istituto in incontri ufficiali su delega del D.S.;

●         coordinamento docenti dei vari plessi;

●         coordinamento Docenti  dello staff di direzione (coordinatori di plesso/FS);

●         coordinamento delle attività del Piano Annuale;

●         vigilanza sul rispetto da parte di tutte le componenti scolastiche delle norme interne;

●         esame e concessione di congedi e permessi (retribuiti e brevi) al personale docente;

●         sostituzione dei docenti assenti, anche con ricorso a sostituzioni a pagamento quando necessario e legittimo, nei limiti delle risorse economiche disponibili; sostituzione docenti assenti negli scrutini di valutazione;

●         supplenza in classe in sostituzione docenti assenti;

●         controllo della regolarità dell’orario di lavoro del personale docente;

●         modifiche e riadattamento temporaneo dell’orario delle lezioni, per fare fronte ad ogni esigenza connessa alle primarie necessità di vigilanza sugli alunni e di erogazione, senza interruzione, del servizio scolastico;

●         coordinamento revisione costante documenti dell'Istituto e quanto pubblicato sul sito (modulistica varia);

●         coordinamento revisione POF triennale e Piano di miglioramento;

●         cura dei rapporti con UAT di Treviso;

●         coordinamento sistemazione locali e archivi;

●         sostegno FS nella gestione comunicazioni e predisposizioni attività specifiche con relativa diversa calendarizzazione eventi e attività didattiche.

 

Secondo Collaboratore

 

●         Adempimenti inerenti al funzionamento generale in caso di assenza del D.S. con delega di firma previo incarico specifico;

●         generale confronto e relazione con l’utenza e con il personale per ogni questione inerente le attività scolastiche;

●         collaborazione nella gestione e nell'organizzazione dell'Istituto con particolare attenzione alla gestione dei laboratori di informatica;

●         collaborazione nella preparazione degli incontri degli OO.CC. con istruzione degli atti e preparazione documentazione utile;

●         rappresentanza dell'Istituto in incontri ufficiali su delega del D.S.;

●         coordinamento docenti dei vari plessi;

●         coordinamento Docenti  dello staff di direzione (coordinatori di plesso/FS);

●         coordinamento delle attività del Piano Annuale;

●         vigilanza sul rispetto da parte di tutte le componenti scolastiche delle norme interne;

●         sostituzione dei docenti assenti, anche con ricorso a sostituzioni a pagamento quando necessario e legittimo, nei limiti delle risorse economiche disponibili;

●         sostituzione docenti assenti negli scrutini di valutazione; supplenza in classe in sostituzione docenti assenti;

●         coordinamento sistemazione locali e archivi;

●         controllo della regolarità dell’orario di lavoro del personale docente;

●         modifiche e riadattamento temporaneo dell’orario delle lezioni, per fare fronte ad ogni esigenza connessa alle primarie necessità di vigilanza sugli alunni e di erogazione, senza interruzione, del servizio scolastico;

●         coordinamento revisione costante documenti dell'Istituto e quanto pubblicato sul sito (modulistica varia);

●         coordinamento revisione POF triennale e Piano di miglioramento;

●         coordinamento con RSPP per gestione sicurezza, tenuta archivio, calendarizzazione corsi  docenti;

●         sostegno FS nella gestione comunicazioni e predisposizioni attività specifiche con relativa diversa calendarizzazione eventi e attività didattiche.

Terzo Collaboratore

 

●         Adempimenti inerenti al funzionamento generale in caso di assenza del D.S. con delega di firma previo incarico specifico;

●         stesura piano sorveglianza;

●         gestione procedure di archiviazione delle prove degli allievi e relativo controllo;

●         collaborazione nella gestione e nell'organizzazione dell'Istituto;

●         collaborazione nella realizzazione del Piano dell'O.F. ;

●         collaborazione nella stesura orario e successive modifiche per la scuola secondario di PRIMO GRADO;

●         collaborazione nella preparazione degli incontri degli OO.CC. con istruzione degli atti e preparazione documentazione utile;

●         raccordo relazionale ed operativo tra Collegio dei Docenti e D.S. per ogni esigenza personale e professionale;

●         interventi con gli alunni, con i genitori, nelle classi in presenza di particolari problemi o esigenze;

●         rappresentanza dell'Istituto in incontri ufficiali su delega del D.S.;

●         coordinamento Docenti  dello staff di direzione (responsabili di sede/FS);

●         coordinamento delle attività del Piano Annuale (orario, calendarizzazione, controllo);

●         gestione dell'orario delle lezioni in relazione alle esigenze di flessibilità che si rendano necessarie in corso d'anno per la realizzazione di specifici progetti;

●         gestione controllo delle giustificazioni e dei permessi degli studenti;

●         predisposizione delle attività di sostituzione dei docenti assenti;

●         supplenza in classe in sostituzione docenti assenti;

●         vigilanza sul rispetto da parte di tutte le componenti scolastiche delle norme interne;

●         predisposizione con il DS del calendario C. di Classe per la scuola secondaria di Primo grado;

●         coordinamento formazione classi;

●         mediazione tra coordinatori di classe e ufficio scolastico in merito alle procedure per sanzioni, verbali, documenti...;

●         predisposizione verbali C di Classe e di dipartimento;

●         coordinamento sistemazione locali e archivi.

●         sostegno ai docenti con incarico di FS nella gestione comunicazioni e predisposizioni attività specifiche con relativa diversa calendarizzazione eventi e attività didattiche.

 

 

Quarto Collaboratore

 

●         verifica delle condizioni di sicurezza nei plessi con segnalazione tempestiva delle emergenze;

●         collaborazione nella stesura orario e successive modifiche per la scuola secondario di PRIMO GRADO;

●         stesura piano sorveglianza;

●         gestione del personale ATA su indicazioni del DSGA;

●         mediazione tra coordinatori di classe e ufficio scolastico in merito alle procedure per sanzioni, verbali, documenti...;

●         predisposizione verbali C di Classe e di dipartimento;

●         esame e concessione di congedi e permessi (retribuiti e brevi) al personale docente;

●         verifica giornaliera delle assenze e sostituzione personale docente;

●         supplenza in classe in sostituzione docenti assenti;

●         sistemazione materiali assegnati e loro conservazione;

●         vigilanza del rispetto del regolamento d’Istituto del personale e degli studenti;

●         coordinamento formazione classi;

●         coordinamento sistemazione locali e archivi;

●         eventuali contatti con le famiglie e le associazioni genitori della frazione/plesso.

 

 

 

Docenti incaricati

AREA FUNZIONE STRUMENTALE

 

Docenti referenti

GESTIONE DEL PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA e CURRICOLO DI ISTITUTO IN VERTICALE

Docente referente

INTEGRAZIONE ED INCLUSIONE

Docente referente

VALUTAZIONE (REGISTRO)

Docente referente

MIGLIORAMENTO (INVALSI-FORMAZIONE)

 

 

AREA

 

DESCRIZIONE

I docenti incaricati di Funzione Strumentale (F.S.) si occupano di quei particolari settori dell'organizzazione scolastica per i quali si rende necessario razionalizzare e ampliare le risorse, monitorare la qualità dei servizi e favorire la formazione e l'innovazione. Sono una risorsa fondamentale per l'attuazione dell'autonomia, per la realizzazione e la gestione del Piano dell’Offerta Formativa dell’istituto e per la realizzazione di progetti formativi, d’intesa con enti ed istituzioni esterni alla scuola.

 

1 GESTIONE DEL PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA e CURRICOLO DI ISTITUTO IN VERTICALE

 

 

 

 

Effettuare l’analisi dei bisogni formativi degli studenti partendo dagli esiti dei monitoraggi dell’anno precedente per la proposta progettuale annuale al CD.

Promuovere e coordinare le varie e diverse azioni (progetti) con particolare attenzione al raccordo con la scuola e con la comunità di appartenenza.

Coordinare tutti i referenti di aree progettuali specifiche.

Redazione del documento annuale  di revisione del POF.

Redazione del POF triennale.

 

COSTITUZIONE E CITTADINANZA

Azioni rivolte alla sensibilizzazione degli alunni sui temi della legalità, della cittadinanza e dell'educazione alla salute. Coordinamento CIC. I  centri di informazione e consulenza (CIC), sono stati costituiti con DPR 309/1990 all'interno delle scuole superiori e regolamentati con successive circolari del Ministero della Pubblica Istruzione. La loro funzione è di offrire agli studenti informazioni sanitarie, giuridiche e di vario genere, riguardanti anche aspetti associativi e impiego del tempo libero, ed offrire consulenza nel caso di difficoltà o desiderio di orientamento su problemi psicologici e sociali.

Coordinare le iniziative di prevenzione e contrasto del cyberbullismo attraverso la revisione del Progetto specifico assicurando la massima informazione alle famiglie di tutte le attività iniziative intraprese anche attraverso una sezione dedicata sul sito web della scuola che potrà rimandare al sito del Miur www.generazioniconnesse.it per tutte le altre informazioni di carattere generale.

Organizzare iniziative dirette alla educazione alla salute e alla  prevenzione delle dipendenze.

ORIENTAMENTO ENTRATA/USCITA

●                    rendere l’alunno autonomo e consapevole delle proprie scelte formative;

●                    informare in modo organizzato, sistematico e coordinato;

●                    stimolare l’autovalutazione delle proprie capacità e potenzialità per ricostruire e sviluppare motivazione, senso di autostima e di autoefficacia;

●                    valorizzare le competenze e i saperi;

●  aiutare l’alunno a costruire un proprio progetto di vita, intervenendo a supporto delle carenze nelle competenze di base ed illustrando le opportunità e le risorse formative del territorio;

COMMISSIONE CONTINUITA’ e CURRICOLO DI ISTITUTO

●                    organizzare momenti di riflessione tra i vari ordini di scuola per la riscrittura del curricolo;

●                    coordinare la raccolta di informazioni sui nuovi iscritti;

●                    organizzare le attività di formazione delle classi prime scuola sec.

 

2 INTEGRAZIONE E INCLUSIONE

 

 

Realizzare un ambiente inclusivo, attraverso la personalizzazione degli apprendimenti, tende a rimuovere gli ostacoli che impediscono alla persona la piena partecipazione alla vita sociale, didattica ed educativa della scuola.

Coordinare quindi la personalizzazione attraverso:

●         misure dispensative /compensative;

●         favorendo l’adozione di diversi strumenti e procedure per adattare la didattica ai bisogni individuali;

●         redigere format PDP per consentire di avere uno strumento che individua la tipologia del Bes e propone le modalità e le strategie di intervento;

●         revisione ed aggiornamento delle certificazioni in scadenza;

●         sportello dedicato durante le giornate di SCUOLA APERTA, orientamento per i nuovi iscritti certificati con incontri personali dedicati alla presentazione della nostra scuola e al reperimento delle informazioni significative sugli allievi stessi;

●         partecipazione, su delega del DS, agli incontri con i servizi per l’assegnazione delle ore delle O.S.S. e per la predisposizione del Piano Territoriale;

●         gestione degli allievi con DSA e delle relative problematiche, con pre-compilazione dei PDP per ciascun allievo delle sedi di Castelfranco;

●         raccolta e archivio delle segnalazioni di allievi con BES per tutte le sedi e predisposizione del Piano Annuale per l’Inclusione.

Coordinare la realizzazione di tutte le attività con cui si realizza l'inclusione che tende a superare le differenze e ad eliminare le barriere in modo che tutti possano partecipare al processo educativo di apprendimento:

●        guardando la globalità della sfera educativa, sociale e politica di riferimento;

●        prendendo in considerazione tutti gli alunni;

●        considerando la diversità un punto di forza;

●        intervenendo prima sui contesti e poi sull' individuo.

Coordinare le riunioni del GLI.

Cura dei rapporti con le famiglie e le ULSS di riferimento.

Rapportarsi con i docenti dei vari ordini di scuola nelle situazioni di disagio vissute degli studenti.

 

3 VALUTAZIONE (REGISTRO)

 

Azioni rivolte alla formazione e all'aggiornamento dei docenti con particolare attenzione alla necessità di avviare il processo di dematerializzazione come previsto dalla normativa vigente (registro elettronico…)sostenendo sia le azioni generali di formazione che la progettualità individuale.

Analizzare l'impatto dei nuovi strumenti di certificazione delle competenze e le ricadute sulle attività progettuale didattica e valutativa ordinaria posta in essere dalla scuola attraverso azioni specifiche e monitoraggio continuo delle azioni/progetti attuati annualmente.

Elaborare la mappa delle professionalità e predisporre una ricognizione delle offerte formative disponibili sul territorio

Esaminare i dati relativi ai casi di scarso profitto o di irregolare comportamento degli alunni allo scopo di individuare i mezzi per ogni possibile recupero attraverso i docenti delle rispettive classi e sentiti gli specialisti che operano in modo continuativo nella scuola.

L’analisi dei risultati di istituto e delle prove standardizzate ha come obiettivo quello di fornire dati utili ai docenti per ripensare la propria didattica, per servirsi degli errori degli studenti e/o delle mancate risposte come indizi per riconoscere le difficoltà cognitive che incontrano gli studenti intrecciando dialoghi e ragionamenti che servano reciprocamente come scambio riflessivo tra professionisti.

4 MIGLIORAMENTO (INVALSI-FORMAZIONE)

 

 

Raccogliere e formalizzare le proposte per il miglioramento, sia in itinere che alla conclusione dei progetti attraverso i responsabili  individuando le criticità emerse.

Coordinare le attività di autovalutazione analizzando i dati restituiti relativi alla rilevazione degli apprendimenti Invalsi e gli esiti di fine anno scolastico precedente. Redigere materialmente il piano di miglioramento raccogliendo tutte le indicazioni concordate e condivise nel NIV in relazione agli obiettivi di miglioramento individuati nel RAV.

Seguire e coordinare la progettazione, la implementazione e monitoraggio del piano di miglioramento partendo dalle evidenze delle criticità emerse compilando un elenco dei punti di forza e delle criticità tramite analisi SWOT (gerarchizzazione delle criticità) ed individuando i processi critici da migliorare identificandone le cause di criticità e le possibili azioni di rimozione delle stesse.

Analizzare i dati dei monitoraggi

Organizzare i dati e le informazioni raccolte, così da ricavarne un significativo valore aggiunto.

Completare l'analisi degli esiti di fine anno scolastico e i report da sottoporre al collegio dei docenti nella relazione finale.

Operare il confronto tra quanto rilevato e il riferimento programmatorio progettuale

Mettere a punto gli strumenti concreti e le procedure necessarie per la successiva rilevazione dei dati e delle informazioni.

Riferire in sede del riesame dei risultati delle misurazioni dei monitoraggi e di tutti gli altri strumenti di indagine usati.

Archiviare e rendere disponibile ed accessibile la relativa documentazione.

 

 

 

Referenti plesso

DOCENTE/EDUCATORE

NOMINA

SEDE

Docente referente

Coordinatore di plesso

Primaria Bella Venezia

Docente referente

Coordinatore di plesso

Primaria Campigo

Docente referente

Coordinatore di plesso

Primaria Colombo

Docente referente

Coordinatore di plesso

Primaria San Floriano

Docente referente

Coordinatore di plesso

Primaria Salvarosa

Docente referente

Coordinatore di plesso

Primaria Salvatronda

Docente referente

Coordinatore di plesso

Infanzia Campigo

Docente referente

Coordinatore di plesso

Infanzia di Via Verdi

Docente referente

Coordinatore di plesso

S.sec.1° grado Sarto

Docente referente

Coordinatore di plesso

S.sec.1° grado San Floriano

 

Referente plesso

Funzioni

 

I compiti principali, relativi allo svolgimento di tale incarico riguardano:

●         verifica delle condizioni di sicurezza nei plessi con segnalazione tempestiva delle emergenze;

●         stesura piano sorveglianza;

●         gestione del personale ATA su indicazioni del DSGA;

●         esame e concessione di congedi e permessi (retribuiti e brevi) al personale docente;

●         verifica giornaliera delle assenze e sostituzione personale docente;

●         sistemazione materiali assegnati e loro conservazione;

●         compilazione e tenuta registro delle riunioni settimanali;

●         collegamento periodico con la sede centrale e con i collaboratori del DS;

●         vigilanza del rispetto del regolamento d’Istituto del personale e degli studenti;

●         eventuali contatti con le famiglie e le associazioni genitori della frazione, su delega del DS.

 

Gruppo GLI

Fs

Referente AREA INCLUSIONE

Collaboratori DS

Referenti plesso

Docente sostegno

 

Contatti

Coordinatore GLI

Funzioni

 

Tale Gruppo di lavoro assume la denominazione di Gruppo di lavoro per l'inclusione (in sigla GLI) e svolge le seguenti funzioni:

●         raccolta e documentazione degli interventi didattico-educativi posti in essere anche in funzione di azioni di apprendimento organizzativo in rete tra scuole e/o in rapporto con azioni strategiche dell’Amministrazione;

●         focus/confronto sui casi, consulenza e supporto ai colleghi sulle strategie / metodologie di gestione delle classi;

●         raccolta e coordinamento delle proposte formulate dai singoli GLH Operativi sulla base delle effettive esigenze, ai sensi dell’art. 1, c. 605, lettera b, della legge 296/2006, tradotte in sede di definizione del PEI come stabilito dall'art. 10 comma 5 della Legge 30 luglio 2010 n. 122 ;

●         elaborazione di una proposta di Piano Annuale per l’Inclusività riferito a tutti gli alunni con BES, da redigere al termine di ogni anno scolastico (entro il mese di Giugno).

A tale scopo, il Gruppo procederà ad un’analisi delle criticità e dei punti di forza degli interventi di inclusione scolastica operati nell’anno appena trascorso e formulerà un’ipotesi globale di utilizzo funzionale delle risorse specifiche, istituzionali e non, per incrementare il livello di inclusività generale della scuola nell’anno successivo.

 

 

NOMINATIVO

INCARICO SPECIFICO

Docente referente

Referente sito e laboratori informatica

Docenti referenti

Team digitale

L'animatore digitale è un docente con spiccate capacità organizzative che ha il compito di seguire, il processo di digitalizzazione della scuola di appartenenza. Chiamato ad organizzare attività e laboratori per formare la comunità scolastica sui temi del PNSD avvalendosi del TEAM; a individuare soluzioni metodologiche e tecnologiche sostenibili (ambienti di apprendimento integrati, biblioteche multimediali, ammodernamento di siti internet, etc.); a lavorare per la diffusione di una cultura digitale condivisa tra tutti i protagonisti del mondo dell'istruzione, stimolando soprattutto la partecipazione e la creatività degli studenti.

 

Docente referente

Referente INVALSI primaria

Docente referente

Coordinatore Indirizzo Musicale

I compiti principali, relativi allo svolgimento di tale incarico riguardano:

●         collegamento periodico con il Ds e collaboratori del DS;

●         coordinamento dei docenti dell’indirizzo musicale;

●         organizzazione eventi di settore;

●         cura delle giornate di scuola aperta per promuovere l’indirizzo;

●         cura delle attività inerenti la somministrazione dei test attitudinali;

●         sistemazione materiali assegnati e loro conservazione;

●         verifica delle condizioni di sicurezza dei locali assegnati;

●         eventuali contatti con le famiglie e le associazioni genitori per gli eventi musicali.

 

Docente referente

Certificazioni linguistiche francese

Docenti referenti

Certificazioni linguistiche inglese

Docente referente

Certificazioni linguistiche tedesco

Docenti referenti

ORIENTAMENTO ENTRATA/USCITA

●                    rendere l’alunno autonomo e consapevole delle proprie scelte formative;

●                    informare in modo organizzato, sistematico e coordinato;

●                    stimolare l’autovalutazione delle proprie capacità e potenzialità per ricostruire e sviluppare motivazione, senso di autostima e di autoefficacia;

●                    valorizzare le competenze e i saperi;

●  aiutare l’alunno a costruire un proprio progetto di vita, intervenendo a supporto delle carenze nelle competenze di base ed illustrando le opportunità e le risorse formative del territorio;

 

Docente referente

Referente progetto prevenzione bullismo/cyberbullismo

Coordinare le iniziative di prevenzione e contrasto del cyberbullismo attraverso la revisione del Progetto specifico assicurando la massima informazione alle famiglie di tutte le attività iniziative intraprese anche attraverso una sezione dedicata sul sito web della scuola che potrà rimandare al sito del Miur www.generazioniconnesse.it per tutte le altre informazioni di carattere generale.

Organizzare iniziative dirette alla educazione alla salute e alla  prevenzione delle dipendenze.

 

Docente referente

Referente stranieri

 

Docente referente

Referente DSA/BES (inclusione)

 

 

 

Funzioni Coordinatore di Classe (scuola sec. di 1° grado)

In quanto delegante, il Ds è tenuto a vigilare sul corretto svolgimento della funzione in questione; tale controllo avverrà nel corso di appositi incontri. Le attività previste per la funzione in oggetto sono:

●         presiedere le sedute del Consiglio di classe, anche le riunioni di scrutinio se necessario qualora il Ds non sia presente e curare la stesura del relativo verbale;

●         segnalare con tempestività al Consiglio di classe i fatti suscettibili di provvedimenti;

●         richiedere l’avvio del procedimento disciplinare a carico degli studenti con relativa convocazione in seduta straordinaria del Consiglio di classe (vedere modulo specifico);

●         controllare con cadenza settimanale le assenze e i ritardi degli alunni e comunicarle mensilmente alla segreteria didattica per gli adempimenti di rito;

●         segnalare alle famiglie, anche in forma scritta, l’assenza continuativa degli studenti e promuovere tutte le iniziative per limitare gli abbandoni scolastici;

●         raccogliere sistematicamente informazioni sull’andamento didattico e disciplinare, rilevare le varie problematiche e curarne la comunicazione al Consiglio di classe e alle famiglie;

●         coordinare l’organizzazione didattica (uscite/viaggi);

●         coordinare le attività culturali, di educazione alla salute e alla legalità relative alla classe coordinata, d’intesa con i referenti di area e sentita la componente genitori e studenti;

●         collaborare con la dirigenza nell’archiviazione della documentazione annuale (registri/prove/verbali…).

 

ORGANO/GRUPPO DI LAVORO

FUNZIONI

COMITATO DI VALUTAZIONE

Tale Organo verrà integrato da un componente esterno inviato dall’USR Veneto per l’individuazione dei criteri per la valorizzazione dei docenti sulla base:

●         della qualità dell'insegnamento e   del   contributo   al miglioramento dell'istituzione scolastica, nonché del   successo formativo e scolastico degli studenti;

●         dei risultati ottenuti dal docente o dal gruppo di docenti in relazione al potenziamento delle   competenze   degli   alunni   e dell'innovazione   didattica   e    metodologica, nonché    della collaborazione alla ricerca didattica, alla documentazione  e  alla diffusione di buone pratiche didattiche;

●         delle responsabilità assunte nel coordinamento organizzativo e didattico e nella formazione del personale.

Il comitato esprime altresì il proprio parere sul superamento del periodo di formazione e di prova per il personale docente ed educativo.

NIV

ll Nucleo Interno di Valutazione - N.I.V.  è stato istituito con il compito di promuovere e realizzare le attività connesse al Sistema Nazionale di Valutazione, secondo quanto indicato nella normativa di riferimento.

I riferimenti normativi sono:

●         Direttiva MIUR n. 11 del 18 settembre 2014   “Priorità strategiche del sistema nazionale di valutazione per gli anni scolastici 2014/2015 – 2015/2016 – 2016/2017”;

●         D.P.R. n. 80/2013   ‘’Regolamento sul sistema nazionale di valutazione in materia di istruzione e formazione’’;

●         Legge 107/2015 di riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione.

Al N.I.V. sono da attribuire funzioni rilevanti in ordine ai processi di autovalutazione dell’Istituzione Scolastica, alla compilazione del R.A.V. e del PDM attraverso l’uso di strumenti di monitoraggio costante. Questi documenti sono risorse preziose di riflessione sulle pratiche educativo-didattiche individuali, sull’efficacia ed efficienza dell’area organizzativa e sulle scelte di ampliamento dell’offerta formativa.

Il Nucleo Interno di Valutazione, a tal riguardo, si occupa di :

●         coadiuvare il Dirigente nella predisposizione e monitoraggio del RAV, del PTOF e del Piano di Miglioramento.

●         proporre, in intesa con il dirigente scolastico, azioni per il recupero delle criticità.

●         agire in stretto rapporto con i referenti di tutte le aree operanti nell’istituzione scolastica per una visione organica d’insieme.

●         monitorare lo sviluppo diacronico di tutte le attività, progetti connessi col PTOF per garantirne la realizzazione, la coerenza reciproca e col PTOF, nel rispetto dell'autonomia e della libera scelta dei gruppi di lavoro e referenti.

●         convocare e ascoltare i referenti per un  bilancio sulla progressione di attività e progetti.

●         rendicontare al Dirigente scolastico gli esiti, le criticità e l'avanzamento delle azioni.

●         predisporre il Bilancio Sociale ed individuare le modalità di presentazione.

 

ORGANO DI GARANZIA

L'organo di garanzia introdotto con l'art. 5 del DPR 249/98 (Statuto delle studentesse e degli studenti) modificato dal DPR 235/07 deve essere istituito nella scuola secondaria di primo grado. E’ composto dal Dirigente che presiede l’Organo, 1 docente; 2 genitori.

L’Organo di Garanzia è chiamato a decidere su eventuali conflitti che dovessero sorgere all’interno della Scuola circa la corretta applicazione dello Statuto delle studentesse e degli studenti: D. P. R. 249/98, modificato 235/2007. Le sue funzioni, inserite nel quadro dello Statuto degli Studenti e delle Studentesse, sono:

a) prevenire ed affrontare tutti i problemi e i conflitti che possano emergere nel rapporto tra studenti ed insegnanti e in merito all’applicazione dello Statuto ed avviarli a soluzione;

b) esaminare i ricorsi presentati dai Genitori degli Studenti o da chi esercita la Patria Potestà in seguito all’irrogazione di una sanzione disciplinare a norma del regolamento di disciplina.

Il funzionamento dell’O.G. è ispirato a principi di collaborazione tra scuola e famiglia, anche al fine di rimuovere possibili situazioni di disagio vissute dagli studenti.

 

 

 

 

 

CONTATTO

SEGRETERIA della SCUOLA

INCARICO

FUNZIONI PRINCIPALI DI OGNI UFFICIO

 

 

 

Direttore SGA

 

 

 

 

 

Il Direttore dei servizi generali e amministrativi sovrintende ai servizi amministrativo-contabili e ne cura l'organizzazione. Ha autonomia operativa e responsabilità diretta nella definizione  ed  esecuzione  degli  atti  amministrativo-contabili,  di  ragioneria  e  di economato, anche con rilevanza esterna. Ai sensi e per gli effetti dell'art. 25 bis D.Lgs. 29/93 e successive modificazioni ed integrazioni, il Direttore coadiuva il Dirigente nelle proprie funzioni organizzative e amministrative.

tvic816009@istruzione.it

 

 

UFFICIO PROTOCOLLO

Tenuta del registro protocollo anche con sistema informatico. Gestione di tutta la documentazione e smistamento posta in arrivo o partenza, utilizzo posta elettronica, archiviazione, albo ecc.

Protocollo informatico (Segreteria digitale): registrazione posta in arrivo e in partenza e distribuzione al DS, DSGA e assistenti amministrativi; invio pieghi ed elenchi all’Ente Posta; raccolta mensile della documentazione relativa alla spedizione posta ordinaria;

rapporti con altre Istituzioni; segnalazioni al Comune per interventi edifici scolastici;

gestione posta elettronica ufficio/plessi; archiviazione posta, tenuta registro; accesso agli atti trasmissione note varie - fax e comunicazioni enti vari; affissione all’albo;

convocazioni OO.CC.: CI, GE, CD, RSU, OO.SS.; Reti di scuole.

Sistemazione posta ordinaria in arrivo e partenza da collocarsi nel libro firma per la presa visione del D.S. .

 

 

UFFICIO ALUNNI PRIMARIA

Seguire e supportare l’alunno/famiglie nell’intero percorso scolastico, dall’accesso ai servizi offerti alla certificazione delle  competenze  acquisite  (iscrizioni,  trasferimenti,  infortuni,  certificazioni,  fascicoli  ecc.).  Gestione  del  flusso informativo tra le aree interne e chi accede allo sportello (allievi, famiglie, ecc.). Informazione utenza interna ed esterna; gestione ingresso e uscita allievi; iscrizione alunni, composizione classi e informatizzazione dati personali; determinazione organico diritto/fatto, compilazione schede e trasmissione dati al sistema per la parte di competenza. Formazione e gestione fascicolo  personale,  rilascio  certificazioni varie,  diplomi, trasmissione  e  acquisizione  documenti;  gestione  assenze,  esonero  lezioni  di educazione fisica; predisposizione, tabelloni scrutini, registri, verbali; programmazione, consigli di classe , registro diplomi, file per stampa schede di valutazione, pratiche assistenza: sussidi, Libri di testo, Gestione statistiche e monitoraggi, obbligo scolastico. Gestione trasferimenti, centri sportivi e Corrispondenza con le famiglie. INVALSI: Trasmissione dati al sistema informatico centrale. Front-office utenza – Sportello. Pratiche alunni diversamente abili in collaborazione con referente d’area. Stesura comunicati specifici. Compilazione diplomi, registro carico e scarico. Inserimento notizie alunni/libri di testo a “Scuola in chiaro”.

 

 

UFFICIO ALUNNI SECONDARIA

Informazione utenza interna ed esterna; gestione ingresso e uscita allievi; iscrizione alunni, composizione classi e informatizzazione dati personali; determinazione organico diritto/fatto, compilazione schede e trasmissione dati al sistema per la parte di competenza. Formazione e gestione fascicolo  personale,  rilascio  certificazioni varie, diplomi, trasmissione  e  acquisizione  documenti;  gestione  assenze,  esonero  lezioni  di educazione fisica; predisposizione, tabelloni scrutini, registri, verbali; programmazione, consigli di classe, registro diplomi, file per stampa schede di valutazione, pratiche assistenza: sussidi, Libri di testo, Gestione statistiche e monitoraggi, obbligo scolastico. Gestione trasferimenti, centri sportivi e Corrispondenza con le famiglie. INVALSI: Trasmissione dati al sistema informatico centrale. Front-office utenza – Sportello. Pratiche alunni diversamente abili in collaborazione con referente d’area. Stesura comunicati specifici. Compilazione diplomi, registro carico e scarico. Inserimento notizie alunni/libri di testo a “Scuola in chiaro”.

 

UFFICIO PERSONALE

Gestione della carriera di tutto il personale e predisposizione degli atti amministrativi (contratti, assunzioni, assenze, permessi, inquadramenti economici, supplenze, ricostruzioni, pensioni, certificati di servizio. Gestione del flusso informativo tra le aree interne e chi accede allo sportello (docenti, ATA, ecc.). Convocazione personale dalle graduatorie e stipula contratti di assunzione.  Controllo documenti di rito; acquisizione contratti USP e trasmissione DTP spese fisse. Gestione assunzioni in servizio. Gestione sostituzione del personale. comunicazioni Centro per l’impiego, visite fiscali. Registro contratti personale supplente. Registrazione presenze ed assenze con emissione di decreti; congedi, L. 104, comunicazioni, aspettative, sciopero; permessi sindacali; certificazioni di servizio, stato di servizio. Preparazione documenti periodo di prova e autorizzazione libera professione. Tenuta dei fascicoli. Retribuzione supplenti ferie non godute. Gestione pratiche personale ATA e scuola infanzia, primaria e secondaria di 1°. Trattamento di Fine Rapporto. Inserimento dati Amministrazione trasparente. Inserimento a SIDI assenze del personale. Accertamento validità titoli Controllo e gestione dei fascicoli di tutto il personale dell’Istituto. Controllo e compilazione mensile degli orari personale Amministrativo. Tenuta conto dei permessi, recuperi, cambi orari e ferie del personale ATA . Gestione lavoratori socialmente utili.

 

UFFICIO CONTABILITÀ

Richiesta preventivi, predisposizione di gare. Ordini per acquisto sussidi, materiale didattico e d'Ufficio. Scritture contabili inventariali obbligatorie e gestione informatica del software; verbali di collaudo; Gestione del materiale di facile consumo; Verifica dei beni del Comune e tenuta degli atti. Assicurazione: gestione degli infortuni del Personale e degli alunni; visite guidate e viaggi di Istruzione elenco nominativo degli alunni partecipanti, richiesta preventivi e acquisizione della documentazione prevista dalla normativa. Informativa all’Ente locale delle variazioni che determinano interruzione dell’ordinaria erogazione dei  servizi (trasporti, vigilanza, mensa)  per  realizzazione  di  specifiche progettualità (visite didattiche o uscite sul territorio, manifestazioni sportive). Liquidazione  fatture,  parcelle,  compensi  e  indennità  al  personale,  adempimenti  fiscali,  erariali  e  previdenziali, adempimenti relativi all’attuazione del Pof gestione iter progettuale ecc. Gestione del bilancio: riscossioni, pagamenti. Gestione giuridica e retributiva Contratti Scuola in applicazione dei nuovi procedimenti amministrativi e contabili (nuove funzioni SIDI). Gestione del flusso informativo tra le aree interne e chi accede allo sportello (pers. docente, ata ecc.) Collaborazione con il D.S.G.A. nell’elaborazione del bilancio di previsione e del conto consuntivo e sua sostituzione. Mandati di pagamento e reversali di incasso. Gestione schede spese Plessi dell’Istituto. Stipula di contratti e convenzioni per la fornitura di beni e servizi. Adempimenti contabili connessi alla gestione dei progetti.

 

 

Ultima modifica 18 febbraio 2020